BREVE STORIA

Nel 1982, uno studio sugli usi culturali dei francesi mette in luce il fatto che cinque milioni di persone, di cui un giovane su due, suonano uno strumento musicale. Jack Lang, Ministro della Cultura francese e Maurice Fleuret, compositore e organizzatore di diversi festival in Francia, cominciano a sognare una grande manifestazione popolare gratuita dove la musica fosse protagonista in ogni suo genere. In poche settimane viene lanciata la Fête de la Musique, il 21 giugno del 1982, giorno del solstizio d’estate.

COS’E’
La Festa della Musica è una festa popolare per appassionati e professionisti, con centinaia di concerti dei più diversi generi musicali, l’occasione per aprire eccezionalmente alla musica luoghi inediti, piazze, vie, monumenti, parchi e giardini. Un momento per stimolare l’incontro e lo scambio e promuovere giovani professionisti, con l’obiettivo di rendere popolare la pratica musicale, di unire le persone di tutte le condizioni sociali, alle più diverse espressioni musicali.

A PARIGI
Parigi, città madre di questa manifestazione che ricorre negli anni, diventa l’esempio internazionale da imitare esportando questa celebrazione in più di ottanta paesi nei diversi continenti e in numerose città d’Europa: Barcellona, Berlino, Bruxelles, Budapest, Istanbul, Londra, Liverpool, Napoli, Parigi, Praga, Roma, Milano. Ognuna di queste città è sostenuta dalle amministrazioni comunali e dalle istituzioni sociali e culturali più significative.

LA DIFFUSIONE
Proprio per questa straordinaria diffusione capillare, dal 1995 il Ministro della Cultura e il Ministro della Comunicazione francesi, hanno dato vita ad un coordinamento internazionale, l’A.D.C.E.P. (Association pour le Développement de la Création, Etudes et Projets) che tra i suoi principali obiettivi si pone di favorire lo sviluppo di programmi e progetti comuni. Nel 1997, riunitisi a Budapest, i rappresentanti organizzativi dei governi locali delle città sostenitrici, hanno sottoscritto la “Carta dei Princìpi della Festa Europea della Musica”, durante la giornata del 21 giugno.

IN ITALIA
In Italia, 19 regioni partecipano all’iniziativa e negli ultimi anni hanno aderito all’evento le seguenti città: Arco, Ledro, Lucca, Siena, Modena, Lanuvio, Francavilla al Mare, Pescara, Potenza, Filadelfia, Siderno, Sant’Agata d’Esaro, Capo- sele, Castellammare di Stabbia, Ischia, Salerno, Bologna, Forlì, San Mauro Pascoli, Trieste, Udine, Colleferro, Marino, Albenga, Abbiategrasso, Brescia, Milano, San Pellegrino Terme, Ranco, Seregno, Ascoli Piceno, Asti, Biella, Monca- lieri, Altamura, Bitonto, Carapelle, Galatina, Maglie, San Vito dei Normanni, Martina Franca, Carloforte, Santa Teresa Gallura, Tortolì, Gela, Ispica, Lentini, Palermo, Siracusa-Ortigia, Bibbiena, Firenze, Montalcino, Brunico, Nago Torbole, Pellizzano, Acquasparta, Perugia, Spello, Cogne, Mestre, Padova, Sona e molte altre ancora stanno aderendo.

A MILANO
La Festa della Musica di Milano in occasione della Giornata Europea della Musica, 21 Giugno, Solstizio d’estate, è cresciuta negli anni in maniera esponenziale, raggiungendo nell’edizione 2015, 60.000 presenze di pubblico al Parco Forlanini. Nel 2016 si è svolta per la prima volta nel cuore della città, in Piazza degli Affari con 1.000 presenze di pubblico. L’appuntamento per questa decima edizione, curata da Doc Servizi, è in programma per il 21 Giugno a Milano in Centro città, Piazza degli Affari, Darsena, Piazza XXV Aprile e PIazza Castello. Nelle varie location si alterneranno diversi showcase, gruppi live e dj set, in ogni piazza sarà presentato un genere musicale, jazz, pop, elettronica, hip-hop, oltre ad un punto bar-food e vari info ed expo point.
L’appuntamento prosegue il 23-24-25 Giugno 2017, al Parco Forlanini, dove si esibiranno diversi attori della scena musicale, come la 31° Edizione dell’Arezzo Wave Love Festival, i contenuti di KeepOn Live , con importanti artisti internazionali e italiani, oltre a e numerose realtà locali con musica di vario genere. Saranno allestiti 3 palchi, un Main Stage per gli ospiti internazionali, uno Psyco stage per le band finaliste e “The Lake Stage” altro dedicato all’elettronica e ai local partner. L’intera area sarà attrezzata con servizi bar e ristoro, un area dedicata ai bambini oltre a diversi punti Expo.